Le nostre ricercatrici: Paula Rettl, gli immigrati come capro espiatorio della crisi

Paula Rettl, dottoranda all'Università Bocconi, grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi studia - con Chiara Allegri - le cause del sostegno a politiche anti-immigrazione in Italia, in particolare analizzando i meccanismi in base a cui, nei periodi di crisi economica, si tendono a creare capri espiatori

La scelta di Beppe: 5×1000 alla Fondazione Roberto Franceschi Onlus – C.F. ⁣97178950156

Beppe Cacòpardo, un amico che ci conosce bene, spiega perché ha scelto di destinare il suo 5x1000 alla Fondazione Roberto Franceschi.⠀
Per aiutarci a sostenere giovani che fanno ricerca su povertà e disuguaglianze, diffondere la Costituzione commentata nelle scuole e promuovere progetti didattici gratuiti sui diritti, puoi destinare anche tu il 5x1000 alla Fondazione Roberto Franceschi Onlus scrivendo il codice fiscale 97178950156 nel riquadro del sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale di CU, 730 o UNICO

I nostri ricercatori: Marco Marinucci e l’importanza delle relazioni per l’inclusione dei migranti

Marco Marinucci, dottorando in psicologia all'Università di Milano-Bicocca, ha studiato grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi le variabili che influiscono sul benessere dei migranti a rischio di esclusione sociale (in particolare rifugiati e richiedenti asilo)

Le nostre ricercatrici si raccontano: Sofia Anni, incontrare le donne vittima di tratta mi ha fatto capire che la ricerca sociale può aiutare le persone

Sofia Anni, neo-laureata all'Università Bocconi, grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi ha potuto intervistare le donne migranti vittime di tratta - in particolare provenienti dalla Nigeria - contribuendo alla ricerca-azione sui debiti di vita del Forum Disuguaglianze Diversità

Le nostre ricercatrici si raccontano: Miriam Tomasuolo, una motivazione personale per studiare i giocatori d’azzardo

Miriam Tomasuolo, dottoranda in economia all'Università Cattolica del Sacro Cuore, grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi ha potuto verificare scientificamente le intuizioni sul gioco d'azzardo che aveva sviluppato lavorando a contatto con persone colpite da questa dipendenza

Le nostre ricercatrici si raccontano: Awa Ambra Seck e Francesca Miserocchi, intervistare i richiedenti asilo per approfondire una realtà più discussa che conosciuta

Awa Ambra Seck e Francesca Miserocchi, laureate all'Università Bocconi e dottorande all'Università di Harvard, hanno studiato l'integrazione dei rifugiati in Italia grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi

Gioia e Madalina, all’Università grazie alla borsa di studio della Fondazione Roberto Franceschi

Gioia De Mesa, diplomata all′ITST Artemisia Gentileschi di Milano, e Madalina Pocovnicu, diplomata all′ITSOS Marie Curie di Cernusco sul Naviglio, hanno potuto iscriversi e frequentare con profitto Economia all'Università Cattolica di Milano grazie alla borsa di studio assegnata dalla Fondazione Roberto Franceschi in collaborazione con UBS Italia.