Anche Carola Rackete è giusta. Il bene al tempo dei populisti

Jan Brokken inaugura a Milano il festival sulle letterature nordiche presentando il nuovo «romanzo di non fiction» su Jan Zwartendijk, il console olandese in Lituania che nel 1940 salvò migliaia di ebrei. A «la Lettura» spiega questa scelta e che cosa vuol dire oggi rischiare la vita. «L'accoglienza coinvolge tutta. Europa». Poi cita la capitana della Sea Watch 3 che sfidò Salvini

Minaccia o risorsa? Dove ci spinge l’ ondata populista

Confronti. Tre studiosi,Roberto Biorcio, Loris Zanatta e Marco Tarchi, discutono del fenomeno politico emergente della nostra epoca, trasversale rispetto alla distinzione storica tra destra e sinistra. L’appello all’unità del popolo mina il pluralismo, ma il forte richiamo alla sovranità dei cittadini risponde a un principio basilare della democrazia. Così si combinano un immaginario religioso antico e gli effetti innovativi della globalizzazione

Attenti a darli per morti

In Europa, in Inghilterra e in Italia i leader sovranisti sembrano in crisi. Johnson, Salvini, Trump hanno conosciuto  la sconfitta, ma restano forti i motivi che li hanno fatti crescere: disuguaglianze, esclusione, immigrazione. Negli Usa come in Europa vota per loro chi si sente escluso e abbandonato, chi pensa di non aver alcun potere sul processo storico. non è solo una questione economica

  • 1
  • 2