Nativi e stranieri nella lotta comune contro i governi

Migranti. A difesa di poteri e interessi, i signori della globalizzazione non hanno messo in campo solo le armi, ma anche la mobilitazione sovranista, nazionalista e fascista. Ma, nella lotta impari per la convivenza pacifica, migranti e nativi hanno interessi che coincidono perché hanno tutto da guadagnare a combattere il potere di chi ci governa

La guerra globale contro le donne

Colonia. Di certo l’obiettivo dell’attacco era accrescere la tensione tra comunità islamiche e cittadini europei. E la violenza contro le donne, la più radicale di tutte, nell’aggressione di giovani uomini immigrati o profughi, è una vera e propria sfida alla loro emancipazione. Perché il rispetto nei loro confronti viene meno quando minori sono le possibilità di frequentarle liberamente. E nella politica di accoglienza bisogna lavorare contro nuove segregazioni

L’ambiente a perdere

Il nuovo paradigma che deve prendere il posto di quello fallimentare imposto dal pensiero unico liberista è la sostenibilità ambientale. La si chiami decrescita, conversione ecologica, giustizia sociale e ambientale o economia dei beni comuni. È l’unica soluzione che può garantire equità nella distribuzione delle risorse e salvaguardia degli equilibri ambientali

  • 1
  • 2