Il mondo, la fame e le soluzioni sbagliate

L’obiettivo dovrebbe essere quello di creare società miste nelle quali ciascuna parte contribuisce in base alle sue esigenze e necessità. Una parte potrebbe garantire finanziamenti, capacità amministrative e la garanzia del prodotto sui mercati internazionali. L’altra potrebbe mettere a disposizione la terra coltivabile, l’acqua e la manodopera.

Fame. Perché l´incubo sta crescendo

Da anni ci eravamo abituati a considerare la denutrizione come un male quasi circoscritto all´Africa subsahariana. Invece le proteste attuali divampano in tutt´altre zone del mondo, in aree che erano state beneficiate dalla crescita economica recente. Dal Cairo a Manila, da Giacarta alle città del Marocco e della Giordania, le manifestazioni e gli scioperi contro il caro-alimenti sono un fenomeno urbano.