Dall’Ombra

Un progetto di Patrizio Raso intorno al monumento a Roberto Franceschi

Ci vediamo al monumento!

16 gennaio 2021 – Milano, via Bocconi angolo via Sarfatti

con il patrocinio del Comune di Milano

Ci vediamo al monumento!

ATTENZIONE: GLI APPUNTAMENTI DI DOMENICA 17 SONO CANCELLATI PER ZONA ROSSA. CONFERMATI INVECE GLI APPUNTAMENTI DI SABATO 16

Sabato 16 gennaio dalle ore 10.00 alle 14.00 davanti al monumento a Roberto Franceschi si svolge un nuovo appuntamento del progetto Dall’Ombra di Patrizio Raso.
Con Ci vediamo al monumento! Patrizio Raso riprende l’idea della serie fotografica di ritratti nell’ombra. I partecipanti saranno invitati a farsi fotografare e allo stesso tempo formulare una domanda da rivolgere al monumento, in un dialogo ideale, per far emergere nella relazione con l’opera una presa di coscienza dei suoi significati. Vedersi al monumento è la volontà di ri-immaginarsi.
Per evitare assembramenti è richiesto di prenotarsi tramite il calendario che si trova più sotto in questa pagina.
Gli scatti realizzati da Patrizio Raso in occasione di Ci vediamo al monumento! saranno pubblicati sui canali social della Fondazione Roberto Franceschi Onlus a partire dal 23 gennaio 2021, anniversario dell’uccisione di Roberto Franceschi e tradizionale appuntamento in cui la Fondazione offre alla cittadinanza un momento pubblico di riflessione e approfondimento sui temi che sono al centro della sua attività: Costituzione, diritti, contrasto all’emarginazione sociale.

Dall’Ombra è un progetto di ricerca di Patrizio Raso intorno al monumento a Roberto Franceschi, che intende indagare e discutere forma e senso dell’oggetto monumentale per vederlo e significarlo di nuovo nel presente. Vedere nell’ombra implica il desiderio di individuare il sospeso e l’irrisolto. L’indagine parte quindi dalla storia e dalla necessità del monumento, per poi agire sul reale. L’attenzione ricade su un presente che non perde la memoria, ma la esercita per una trasformazione che incrocia i bisogni della comunità.
Dall’Ombra di Patrizio Raso ha avuto inizio nel 2020 come parte di Hacking Monuments, un progetto di Simona Da Pozzo vincitore della Call for Ideas Urban Factor promossa dal Comune di Milano e da Triennale Milano.
L’artista ha coinvolto le ricercatrici Sofia Anni, Mariapia Mendola, Valentina Rotondi e i ricercatori Giacomo Battiston, Samuele Davide Molli, sostenuti dalla Fondazione Roberto Franceschi Onlus, per una una serie di azioni di analisi e incontri con i cittadini sul tema delle migrazioni che si sono svolte alla fine di agosto in diretta streaming da diversi luoghi della città.
In questa prima fase del progetto Dall’Ombra, Patrizio Raso ha inoltre realizzato una serie fotografica di ritratti nell’ombra. I membri della Fondazione Roberto Franceschi, le ricercatrici e i ricercatori coinvolti, appaiono sulla strada soli, in piedi nell’ombra che li unisce al monumento.

Patrizio Raso

Nato a Polistena (RC) nel 1978, vive e lavora a Milano. La ricerca artistica dell’artista nasce dall’esperienza della pittura e del disegno. Dal 2005 al 2009 organizza in Calabria Spaventamafiosi, un laboratorio che coinvolge i cittadini in azioni collettive a tutela dell’immaginario civile. Nel 2010 crea BAUBAUS, con cui organizza numerosi laboratori serali aperti, negli spazi espositivi dell’Associazione Careof. Il gruppo indaga pratiche artistiche in cui il disegno è mezzo esperienziale di osservazione per una ricerca azione accessibile a tutti. Dal 2015 collabora con il gruppo Wurmkos. Nel 2016, con Pasquale Campanella e Monica Sgrò dà avvio a Educational Art, un progetto che unisce pratiche artistiche e sperimentazioni pedagogiche, sviluppando nuove metodologie didattiche e modelli alternativi alle istituzioni scolastiche. È nella redazione collettiva di Fuoriregistro, quaderno di studi tra arte contemporanea e pedagogia, edito da Boîte.
mostre selezionate
2019 Ritratti reali, mostra a conclusione della residenza artistica a Monno BS per il progetto Aperto Art On_The Board direttore artistico Giorgio Azzoni, Oratorio Don Rinaldo Rodella, Monno (BS); Resistenza Resilienza, a cura di Gaia Bindi, Piero Gilardi, Wurmkos, Berta, PAV parco arte vivente, Torino; Educational Art, Inchiesta, workshop, Liceo Artistico Caravaggio, Milano.
2018 Patrizio Raso/Baubaus, Una sedia per guardarsi, in Unlearning Barcelona a cura di Maria Rosa Sossai, Istituto Italiano di Cultura, Barcellona (Spagna); Patrizio Raso/Baubaus, Quarta stanza, Nesxt Indipendent Art Festival-Torino; Patrizio Raso, Fuori Luogo, a cura di Lori Adragna e Andrea Kantos, Border Crossing, MANIFESTA 12, Palermo; Patrizio Raso/Baubaus, Dal segno degli altri, a cura di Museo Wunderkammer, Spazio Archeologico del Sas, Trento.
2017 Patrizio Raso Baubaus, Un’ora per guardarsi, in Vivere Insieme, a cura di Maria Rosa Sossai, Fabbrica del Vapore/ C.I.Q., Milano; The Art of the Process. Entrepreneurs in Albania, a cura di Valentina Bonizzi, COD – Center For Openness And Dialogue, Tirana (Albania); Wurmkos La Passione del grano, a cura di Marco Scotini, PAV_parco arte vivente, Torino.
2016 Wurmkos, L.A.M., Dipartimento Educazione Fondazione Merz, Animale, a cura di Gabi Scardi, Rocca di San Giorgio, Orzinuovi (BS); Patrizio Raso/Baubaus, Qui non si dorme mai, l’arte oltre l’orario d’ufficio, Careof – DOCVA, Milano.
2015 Pensione Macao, a cura di MuseoTeo, MACAO, Milano.
2013 Patrizio Raso, DELOCATION, ViArtis sulle rotte mediterranee, Anfiteatro Arena dello Stretto, Reggio Calabria.