Vi mostrerò che gli immigrati sono imprenditori innovativi – Juan Francisco Alvarado Valenzuela

Juan Francisco, giovane sociologo originario dell'Ecuador, grazie ai Fondi di ricerca Roberto Franceschi sta raccogliendo dati che aiuteranno a evidenziare il contributo della cosiddetta impresa etnica all'economia delle nostre città. Sostenere giovani che fanno ricerca sociale sul territorio è importante: con il tuo 5x1000 e le tue donazioni ci puoi permettere di continuare

L’opportunità di fare ricerca sociale in Sudafrica mi ha fatto crescere – Susanna Parravicini

Susanna Parravicini, che grazie ai Fondi di ricerca Roberto Franceschi si è potuta recare in Sudafrica per raccogliere dati sul microcredito, racconta come il sostegno della Fondazione Roberto Franceschi Onlus le abbia dato l'opportunità di fare della sua tesi una vera ricerca sociale, crescendo umanamente e professionalmente

In Cambogia grazie alla Fondazione abbiamo dato il nostro contributo contro la povertà – Chiara Falco e Valentina Rotondi

Chiara Falco e Valentina Rotondi, giovani economiste, raccontano come grazie ai Fondi di ricerca Roberto Franceschi abbiano potuto realizzare il loro sogno di svolgere in autonomia un vero progetto di ricerca sociale in Cambogia, con la speranza di dare un contributo all'elaborazione di politiche sulla povertà esportabili anche in altri contesti

La mia ricerca sui precari resa possibile dalla Fondazione Roberto Franceschi Onlus – Luca Daconto

Luca Daconto, giovane sociologo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca, racconta come - grazie al sostegno della Fondazione Roberto Franceschi Onlus - abbia potuto svolgere il suo progetto di dottorato sulla mobilità precaria e intraprendere una carriera nella ricerca sociale

La Fondazione Roberto Franceschi aiuta i giovani ricercatori che affrontano i pregiudizi contro i rifugiati – Andreas Friedl

Andreas Friedl, beneficiario di una borsa Young Professional Grant a Kiel (Germania), racconta - partendo dal lavoro con cui si propone di minimizzare i fattori di risentimento contro i rifugiati - perché è importante sostenere i giovani che fanno ricerca

Perché è importante sostenere la ricerca sociale?

Perché è importante sostenere la ricerca sociale?

A cosa serve la ricerca in ambito sociale, e quali opportunità danno i bandi della Fondazione Roberto Franceschi Onlus? Ce lo spiegano Valentina Rotondi e Chiara Falco, che grazie ai fondi di ricerca Roberto Franceschi hanno potuto studiare sul campo in Cambogia cause e conseguenze della povertà

La parola ai nostri ricercatori: Susanna Parravicini – La rivoluzione silenziosa del microcredito nei paesi poveri

La parola ai nostri ricercatori: Susanna Parravicini – La rivoluzione silenziosa del microcredito nei paesi poveri

Grazie al fondo di ricerca Roberto Franceschi assegnatole dalla nostra Fondazione, Susanna Parravicini si è recata in Sudafrica per raccogliere dati sull'efficacia di un innovativo programma di microcredito. Il progetto le ha permesso di approfondire per la sua tesi di laurea la conoscenza di questo prezioso strumento per lo sviluppo economico dei paesi caratterizzati da un'elevata povertà, oltre che di crescere professionalmente

Un’insegnante racconta perché in classe si lavora meglio con Cogito Ergo Sum e la nostra Costituzione commentata

Un’insegnante racconta perché in classe si lavora meglio con Cogito Ergo Sum e la nostra Costituzione commentata

Monica Zuanazzi insegna diritto ed economia all'Istituto Agnesi di Milano. Oltre a utilizzare nelle sue classi la nostra edizione commentata della Costituzione, ci ha chiesto di iscrivere i suoi studenti alla mailing list Cogito Ergo Sum perché approfondiscano gli argomenti proposti nella nostra selezione settimanale di articoli. Le abbiamo fatto qualche domanda per capire meglio perché la nostra attività le è utile per il lavoro in classe, e magari suggerire la stessa idea ad altri insegnanti

La parola ai nostri ricercatori: Giulia Di Donato – Perché occorre studiare salute e lavoro in ottica di genere

La parola ai nostri ricercatori: Giulia Di Donato – Perché occorre studiare salute e lavoro in ottica di genere

Proseguono le interviste per raccontarvi, a distanza di anni, di che cosa si occupano gli studiosi premiati dalla Fondazione, che oggi compongono la rete di ricercatori e professionisti del Network Roberto Franceschi. Questa volta risponde alle nostre domande Giulia Di Donato, attualmente responsabile della comunicazione e dei progetti presso l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

  • 1
  • 2