La parola ai nostri ricercatori: Susanna Parravicini – La rivoluzione silenziosa del microcredito nei paesi poveri

La parola ai nostri ricercatori: Susanna Parravicini – La rivoluzione silenziosa del microcredito nei paesi poveri

Grazie al fondo di ricerca Roberto Franceschi assegnatole dalla nostra Fondazione, Susanna Parravicini si è recata in Sudafrica per raccogliere dati sull'efficacia di un innovativo programma di microcredito. Il progetto le ha permesso di approfondire per la sua tesi di laurea la conoscenza di questo prezioso strumento per lo sviluppo economico dei paesi caratterizzati da un'elevata povertà, oltre che di crescere professionalmente

Un’insegnante racconta perché in classe si lavora meglio con Cogito Ergo Sum e la nostra Costituzione commentata

Un’insegnante racconta perché in classe si lavora meglio con Cogito Ergo Sum e la nostra Costituzione commentata

Monica Zuanazzi insegna diritto ed economia all'Istituto Agnesi di Milano. Oltre a utilizzare nelle sue classi la nostra edizione commentata della Costituzione, ci ha chiesto di iscrivere i suoi studenti alla mailing list Cogito Ergo Sum perché approfondiscano gli argomenti proposti nella nostra selezione settimanale di articoli. Le abbiamo fatto qualche domanda per capire meglio perché la nostra attività le è utile per il lavoro in classe, e magari suggerire la stessa idea ad altri insegnanti

La parola ai nostri ricercatori: Giulia Di Donato – Perché occorre studiare salute e lavoro in ottica di genere

La parola ai nostri ricercatori: Giulia Di Donato – Perché occorre studiare salute e lavoro in ottica di genere

Proseguono le interviste per raccontarvi, a distanza di anni, di che cosa si occupano gli studiosi premiati dalla Fondazione, che oggi compongono la rete di ricercatori e professionisti del Network Roberto Franceschi. Questa volta risponde alle nostre domande Giulia Di Donato, attualmente responsabile della comunicazione e dei progetti presso l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

La parola ai nostri ricercatori: Marco Trombetta (IE Business School – IE University, Madrid)

La parola ai nostri ricercatori: Marco Trombetta (IE Business School – IE University, Madrid)

Proseguono le interviste per raccontarvi, a distanza di anni, di che cosa si occupano gli studiosi premiati dalla Fondazione che oggi compongono la rete di ricercatori e professionisti del Network Roberto Franceschi. Stavolta risponde alle nostre domande Marco Trombetta, oggi docente universitario a Madrid impegnato nell'ambito dell'educazione finanziaria per aiutare la cittadinanza a evitare scelte economiche sbagliate

La parola ai nostri ricercatori: Alessandro Basilico

La parola ai nostri ricercatori: Alessandro Basilico

Avvocato e dottore di ricerca in diritto costituzionale, ha curato la nostra Lettura guidata della Carta costituzionale, convinto che specialmente ai giovanissimi vada data la possibilità di conoscerla e capire che disegna un Paese in cui tutti hanno pari dignità sociale

La parola ai nostri ricercatori: Stefano Laffi

La parola ai nostri ricercatori: Stefano Laffi

Dal 1990 la Fondazione Roberto Franceschi Onlus premia giovani studiosi per le loro ricerche sulle tematiche relative a sottosviluppo, emarginazione, poverta', flussi migratori, diritti civili. Con una serie di interviste vi racconteremo, a distanza di anni, di che cosa si occupano i premiati che compongono la rete di ricercatori e professionisti del Network Roberto Franceschi. Il primo a rispondere alle nostre domande e' Stefano Laffi, socio fondatore dell'Agenzia di ricerca sociale Codici

Niccolò Mignemi: la figura di Roberto mi ha mostrato che un altro pensiero è possibile

Niccolò Mignemi: la figura di Roberto mi ha mostrato che un altro pensiero è possibile

Niccolò Mignemi si è laureato in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi nel 2007, ricevendo il premio di laurea Roberto Franceschi per la tesi "L’exploitation familiale africana come pratica di economia locale. Un caso senegalese tra sviluppo occidentalizzante e modernità paysanne". Attualmente, dopo aver conseguito il dottorato in Histoire et civilisations presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi, le sue ricerche si concentrano intorno ai temi delle campagne e del mondo contadino, in una prospettiva storica, con una forte attenzione alle loro dinamiche più recenti e ponendo sempre al centro dei suoi studi l’attenzione al "mondo dei vinti"

Marco Stella: il premio Franceschi mi ha stimolato a continuare a lavorare su disuguaglianza e cooperazione internazionale

Marco Stella: il premio Franceschi mi ha stimolato a continuare a lavorare su disuguaglianza e cooperazione internazionale

Marco Stella si è laureato in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi nel 2003, ricevendo il premio di laurea Roberto Franceschi per la sua tesi "Child Labour in the Indian carpet-belt industry". Oggi è Coordination Specialist sulla crisi siriana per il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite in Giordania e ricorda il premio ricevuto come il riconoscimento più bello che uno studente d interessato ai temi dell’economia politica e della disuguaglianza sociale potesse ricevere

Gianluca Grimalda: Roberto mi ha donato il coraggio di fare ricerca su disuguaglianza e sottosviluppo

Gianluca Grimalda: Roberto mi ha donato il coraggio di fare ricerca su disuguaglianza e sottosviluppo

Gianluca Grimalda si è laureato in Discipline economiche e sociali presso l'Università Bocconi nel 1996 con una tesi su progresso tecnologico, disoccupazione, povertà insignita del premio Roberto Franceschi. Oggi insegna all'Università Jaume I di Castellón in Spagna e svolge attività di ricerca all'Institute for the World Economy di Kiel in Germania e ricorda come il riconoscimento ricevuto l'abbia onorato e ispirato

  • 1
  • 2